Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘animali’ Category

IMG_4827

ci dovrebbe essere una spiegazione, eppure non riesco ancora a trovarla.

IMG_4826

mi passano per la testa probabili tesi ma non riesco a definirne una plausibile. ho passato giorni interi con queste immagini scolpite, ma ,mi spiace davvero, non sono in grado di fornirvi una spiegazione.

sono arrivato, in fine ,alla conclusione che non riuscirò mai a trovarne una, anche perché,come diceva il buon sherlock, per risolvere i casi intricati bisogna immedesimarsi nella psiche del colpevole.

Immedesimarmi?ma noo! non ce la faccio proprio , propro io che non concepisco nessun tipo di sofferenza verso un animale dovrei trovare il nesso? non riuscirei neanche a volerlo, è come un limitatore cerebrale che non mi fa andare oltre.

Ammesso ci riuscissi, non lo farei lo stesso ,mai e poi mi abbasserei al livello infimo di questa marmaglia purulenta.

questo non è far ridere è DEridire , ne corre una immensa differenza.

 

Read Full Post »

IMG_4819

molto vero,anche perché ,quelle in particolare,recano dolore e pianto . quando l’uomo capirá che uccidere una madre orsa o altri, davanti ai propri cuccioli ,è una tragedia immensa,probabilmente non ci saranno più animali e i pericoli saranno ben maggiori per tutti.

ps: dare un nome del tipo kj2 sa tanto di ricordi a forma di svastica.

 

Read Full Post »

IMG_4814

Captive di Jo-Anne McArthur è un libro devastante nel suo contenuto. La prigionia, per un animale, è una delle cose peggiori in assoluto. Stressante,debilitante, devastante.Per chi e per cosa? E se ,nel prossimo futuro, qualcuno rinchiudesse Voi e i vostri cuccioli d uomo in un lager chiamato zoo,buttandovi caramelline e patatine fritte?

Ho raccolto queste foto a futura memoria , sul mio libero blog ,almeno qui nessuno le potrá cancellare o dimenticare.

Grazie Jo Anne per questa incisa e diretta testimonianza.

IMG_4812

IMG_4811

IMG_4810

IMG_4809

IMG_4808

IMG_4807

IMG_4806

IMG_4805

 

Read Full Post »

sarebbe pallone gonfiato ma in questo caso parliamo di polli e carni bianche che vendono nei super ,iper,discount etc etc.

da vedere ,tanto per informarsi un pochetto, no?

Read Full Post »

Eh già,ogni tanto bisogna chiederselo,anche se si preferisce allontanare questo calice e rimandare sempre ,quasi ad aver paura di qualcosa.Mai e poi mai aver paura di se stessi e di ciò che si è.punto a capo.

L’anno scorso ho battuto 60 autunni ,ve lo ricordate no? Per gli sbadati vi rimando al post kick off sixty divertente e simpatico.

Oggi,2017, é arrivato il momento:ho capito finalmente quello che farò da grande

La cosa é così semplice che non c era bisogno di passare 60 anni a pensarci su:

Quello che farò da grande sarà uguale a quello che facevo da piccolo. Facile no?

Nacqui in un contesto umile ,terzogenito ,quasi non voluto ,perché si aspettava una bimba.Invece no, i miei adorati genitori si abituarono presto al nuovo pargolo.Pargolo,vabbè,pesavo 5,9 kg e la mamma stava per soccombere sul tavolo della cucina ,vedete un po’.

mamma

Nacqui durante un radioso mattino d autunno,in un paesino di campagna ,tutto circondato di campi e boschi,boschi e campi. Ma secondo voi,ioooo, avrei preferito un freddo asilo alla vita di fattoria?

Naaaa,infatti, dopo il primo giorno d’asilo ero già afflitto da incazzatura perenne e bella tosta.La mia nonnina si arrese quasi subito e miei genitori si adeguarono di conseguenza.Una bella ed indimenticabile vittoria della mia vita.

Tutte le mattine si partiva e si facevano quei sette chilometri a piedi per raggiungere la bellissima cascina della Emma,amica d infanzia della mia nonnina.

Meraviglia delle meraviglie.

Oche da dirigere nei campi con un fuscello,uova freschissime da bere ogni giorno,saltare sul letame da spargere nei prati,fare il verso ai tacchini ,che rispondevano pure..uaohhh.Le dorifore che mangiavano i germogli delle patate,il granturco e le ciliegie,mamma mia che ciliegie aveva la Emma.

Ma chi si scorda Il carretto e il cavallone del Cosimo,per non parlare della mietitura del fieno,la faccenda mia preferita,anche perché potevo condurre il cavallo con le briglie.

Ma vi  immaginate o no, che emozioni?

Il Fritz,un bastardino grigio fumoso dal pelo annodato,quasi saldato su stesso.

Fritz ,cane eroe,aveva perso un occhio per difendere il pollaio da una faina o volpe.Noi due avevamo instaurato un rapporto incredibile, anche se a dire al vero ,ho sempre avuto rapporti superbi di amicizia reciproca con gli animali. Quando morì di vecchiaia,piansi due giorni di fila.

Si passava tutto il giorno li e al tramonto si tornava a casa, con la mia nonnina che,immancabilmente ,si fermava a contarla su con le sue amiche che incontrava.Qualche volta,aleeee,si stava anche dormire.

Aria,cieli tersi e scuri,afa e tempeste,neve e ghiaccio e il vento impetuoso che veniva da Nord,tosto e crudo che facevi fatica a star li.

Cose semplici direte, per me no.Cose intense direi .

Adesso lo so cosa farò da grande.

Butterò tutto il superfluo,il difficile,l inutile,per riprendere la semplicità delle cose ed emozioni semplici.Gioco di parole che proprio non è.

Via tutto ciò che inquina,che arreca danni alla salute ,al mondo intero e alle sue innumerevoli vite.Mi sono imposto un periodo di tre anni massimo e poi dovrò tornare alla Terra.Lo sento che mi chiama ,quasi fossi suo figlio,forse anche perché l ho sempre amata e soprattutto rispettata.

img_2575

Mi vedo li ,sdraiato su un manto verde a interpretare le nuvole,facendo attenzione a non schiacciare un fiore. A osservare e rispettare e venir gratificato da ciò,con frutti ,acqua,cibo.

Sognare – Core

Dicono che le nuvole finiscono

a me pare proprio di no

 

Sento germogli sussurrare sulla schiena

disteso nel verde ad occhi in su

 

Voci dicono di fermarsi

perché?

 

Quel che vedo oltre,è o non è

nessuno lo sa ,ma è parte di me.

Devo tornare,non so ancora bene dove. Molto probabilmente in un enormità di spazio ,lontato dal minuto cigolio di un macchinario,dall atroce veleno che l’uomo ha imparato a distribuire per riempire la sua ingordigia. Lontano,con un cavallo ed un asino, a sentir cantare i grilli d estate,e il batter del picchio su un faggio.

Partirò solo con i miei cani ,se saranno ancora con me, e con chi vorrá sprofondare in questa vita,non importa .L importante è che sarà.

bea

E’una scelta difficile ed incomprensibile per un sacco di gente,ormai abituata e oserei dire soggiogata ,alla routine e alla comodità razionale del vivere moderno.

E’una scelta dalla quale non si torna più e si devono lasciare un sacco di cose e soprattutto persone,le quali,probabilmente non si rivedranno mai più,almeno in questa vita.

Cosi’ sarà,cari tutti,io non riesco e non voglio oppormi alla logica naturale del semplice e al richiamo della Terra.

Voglio proprio che i miei occhi si spengano appesi al cobalto di un cielo ,anziche verso una freddo soffitto bianco.

Il canto della Terra di Vladimir Vysotsky: (pics by Core)

 

Read Full Post »

homo sapiens

imagel homo sapiens ,nella stragrande maggioranza,concepisce e giustifica atteggiamenti del genere(anche tra i suoi simili) dalle 00.00 del 25 dicembre alle 24.00 dello stesso giorno.

francesco d assisi dovrebbe richiamare in cielo l ambasciatore terreno per consultazioni.

Read Full Post »

 

image

Pensate solo per un istante che quella mano possa essere la vostra e pensate che solo Lui è ,è stato,e sará in grado di trovarvi nella tragedia che vi é piombato addosso.

L unica speranza é Lui,si proprio un cane.

 

un cane che vi da fastidio quando abbaia qualche volta e per questo lo picchiate pure

un cane che perde il pelo sul vostro tappeto di casa

un cane che , a no è ,lui non entra ho un bambino piccolo

un cane che dopo averci giocato da cucciolo lo scaricate da qualche parte come un televisore rotto

un cane che , a no è un animale ,prima ci sono le persone l ha detto anche il Papa

un cane che, a no è , troppo impegno devo gestire la mia vita non la sua

un cane che , a no è ,qui non può entrare è un luogo pubblico

un cane che ,a no è ,da fastidio attorno al tavolo

un cane che, trovate una minchiata di scuse per denigrarlo,umilarlo e farlo soffrire.

Pensateci davvero bene.

Non c è niente di assolutamente sicuro e affidabile a questo mondo.Tragedie,incidenti, situazioni pericolose,sono sempre in agguato ,in tutto e per  tutti.

Pensateci bene,quella potrebbe essere davvero la vostra mano o quella di una persona molto cara e Lui l’unico che può ridare la vita appesa ad un filo.

Lui lo farebbe ,sempre,comunque ,senza esitare e senza nessun compenso tranne due belle carezze ed un biscottino.

Voi??????

image

Questo è Dayco ,labrador di 4 anni, morto per infarto da fatica dopo aver salvato ben 7 persone durante il tragico terremoto in Equador.L hanno chiamato cane eroe, ma Lui era solo un cane che ha fatto quello che si sentiva e che il suo istinto dettava, senza se ,senza ma e senza distinzioni sociali.

Rispettate e amate i cani e gli animali in genere e diffidate dalle persone che non lo sanno fare, sono le più aride e pericolose, prima o poi.

veri angeli salvano angeli.Grazie

image

Dentro lo sguardo di un cane c è l IMMENSITA’: Ricambiatela

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: