Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘cani’

53D2D24E-A2D2-4D27-9636-27E22FCAD720

Sta spopolando sul web un video di una “nobile” persona che porta a spasso il proprio cane anziano in difficoltà motoria con l utilizzo di imbracature e su un carrellino autocostruito. Fior di giornalisti ne danno risalto con enfasi quasi fosse un fatto straordinario.

Non c‘è proprio niente di straordinario, è una faccenda maledettamente semplice.

Semplice, ovviamente,per chi considera ciò un fatto normale così come è semplice e spontaneo l amore che un cane ti regala in una vita intera, senza se e senza ma.

Non c’è proprio niente di straordinario,è quasi un dovere.

Ho un cane anziano anche io. 15 anni sono un bel po’ e gli acciacchi si moltiplicano ogni mese. La mia Berky , traballante di suo, in questi giorni è scivolata dalle scale. Già,scale, ho passato una vita a sognare una porta di casa che si apre su un giardino e poi,immancabilmente, mi sono sempre ritrovato e mi ritrovo davanti scale dure e crude per chi è in difficoltà.

La situazione, per ora, non è delle più semplici, non si regge sul posteriore e devo utilizzare le imbracature per sostenerla.

Ogni giorno, per due o tre volte, prendo in braccio la mia bestiolina, se 38 kili si possono classificare come bestiolina, e la faccio scendere e salire per i suoi bisogni.

Giorno,Notte,Sole o tempesta.

Problema? Per molti si. Per me no,anzi.

Cosa c’è di straordinario in questo gesto? È il caso di pubblicare a mia volta il video per riempirmi di faccine e pollici verso l alto?

Ve le dico nel mio dialetto: ma andii a scua ul mar (andate a scopare il mare)

Quando vedo la mia bestiolina addormentarsi felice sulla sua brandina,accanto a sua figlia, mi si illumina il cuore che neanche vi immaginate e del fastidio o fatica come lo ritengono alcuni,non c’è traccia.

C17E69D3-78D6-438E-9562-060F1954842B

Passerà anche questa e se non passerà andremo avanti ad oltranza.

Straordinario sarebbe non fare niente, altro che palle.

Aggiornamento ultim ora: un piccolo miglioramento fa capolino, dai cazzarola che svanghiamo anche questa.

Read Full Post »

Vita da Cani

 

DSC_0458

 

Una piccola clip montata in fretta sul BBerry che rende meglio di un pseudo_capolavoro in 4K

Grazie per questi meravigliosi anni di tranquillita’ e serenita’ interiore che solo voi riuscite ad infondere, all the time.

Gli Umani,spesso e volentieri ,sono incostanti e complicano troppo le cose semplici quali l`affetto incondizionato e l’amicizia cristallina.

Read Full Post »

gattosmoke

Cosa centrano loro ,povere stelle, se voi siete dei fumatori accaniti?

Bel modo di volergli bene! Lo sanno anche i sassi che il fumo passivo ha quasi lo stesso effetto di quello diretto. Anche per i vostri pelosi  e’ distruttivo come per gli umani.

UNA MALEDETTA BUONA RAGIONE PER SMETTERE:FATELO ALMENO PER LORO

Non lo dico io tanto per rompervi le palle,secondo  una ricerca attualmente in corso alla University of Glasgow, gli animali domestici,soffrono i danni del fumo passivo almeno quanto gli esseri umani. La permanenza in ambienti chiusi saturi di fumo, racconta Clare Knottenbelt, docente di oncologia veterinaria nell’ateneo scozzese, è infatti direttamente collegata, per cani e gatti, a un maggior rischio di sviluppare cancro, danni cellulari e aumento di peso. I risultati definitivi dello studio dovrebbero essere pubblicati entro la fine del 2016.

La scoperta, naturalmente, non è inaspettata. Ma si tratta del primo studio che va alla ricerca delle origini del problema: “Nei nostri lavori precedenti”, racconta Knottenbelt, “avevamo già mostrato che i cani che vivono in case di fumatori inalano grandi quantità di fumo passivo e sostanze correlate. Adesso abbiamo scoperto che per i gatti la situazione è ancora peggiore, probabilmente a causa della loro abitudine di leccarsi il corpo, che provoca un’assunzione dei prodotti passivi di combustione del tabacco ancora più rapida e pericolosa”. La quantità di nicotina che si accumula nel pelo dei gatti che convivono con fumatori, per esempio, è notevolmente più alta rispetto a quella trovata nei loro simili che vivono in ambienti “puliti”; tali concentrazioni, per di più, restano sopra la media fino a dieci giorni dopo l’esposizione ad ambienti contaminati da fumo passivo.

Analizzando i testicoli di cani castrati, inoltre, i ricercatori di Glasgow hanno scoperto che l’attività di un gene, noto per essere un indicatore di danni cellulari e diversi tipi di cancro, è notevolmente superiore negli animali che vivono in case di fumatori. L’effetto è molto più blando, anche se ancora visibile, in cani i cui proprietari hanno l’abitudine di fumare solo all’esterno della propria abitazione. “Conosciamo bene i pericoli per la salute derivanti dal fumo”, conclude Knottenbelt, “ed è importante incoraggiare tutti a smettere al più presto. Ma non dobbiamo dimenticare che il fumo passivo può essere altrettanto pericoloso sia per gli esseri umani sia per gli animali. Per ridurre questi rischi, è consigliabile fumare sempre fuori casa, anche se l’opzione migliore resta sempre quella di smettere completamente. Faremmo un regalo a cani, gatti e a noi stessi.

Smettete di fumare. Guarda qui cosa vi mettete nel corpo con la nicotina.

Read Full Post »

180936414-7a671eed-7af6-4f61-bb3f-c6c91d8ef445

Queste due infermiere stringono tra le braccia un cucciolo di Beagle e Cocker ,nati in provetta negli Stati Uniti, presso l’Istituto Baker per la salute animale della Cornell University.

Sette cuccioli, nati da 19 embrioni impiantati, sono il risultato di una nuova tecnica che combina la tradizionale fecondazione artificiale con la riscrittura del Dna.

Grazie a questa tecnica, ha aggiunto, “siamo in grado di conservare il patrimonio genetico di specie minacciate”ha dichiarato il direttore del laboratorio, Alex Travi

La prospettiva futura è ancora più ambiziosa e consiste nell’utilizzare la tecnica considerata la ‘forbice’ naturale del Dna, la Crispr (Clustered Regularly Interspaced Short Palindromic Repeats) per rimuovere le sequenze di informazione genetica già nell’embrione. Nello stesso modo diventa anche possibile studiare le numerose malattie genetiche comuni a uomini e cani.E’ una via interessante anche per l’uomo, considerando che con il cane condivide ben 350 malattie ereditarie: circa il doppio rispetto a quelle che ha in comune con altre specie

Riscrittura del DNA?

Modifiche genetiche?

Ma questo era il sogno di Mengele,famoso doktor di Auschwitz. Qui si aprono infinite discussioni sui pro e contro.

Personalmente sono contro, perche’ questa e’ una questione altamente pericolosa. Una manipolazione del genere in mano a gente senza scrupoli sarebbe un incubo di replicanti nel bene ma anche nel terrore.

Sconfiggere malattie? Il sogno dell immortalita’camuffato da teorie sulla salute inossidabile preimpostata come l istruzione ad un microchip?

Riavere un caro, sia persona sia animale,per sempre e per tutte le volte che vogliamo? Magari anche due o tre copie?

Non vorrei mai riavere una persona modificata all origine per soddisfare il mio,diciamo pure egoismo possessivo. La morte e’ sempre una cosa molto triste ma e’ sempre la conseguenza di qualcosa e spesso di uno stile di vita. Se conduco una vita spregiudicata dal punto di vista della salute non posso pretendere di durare un infinita’ e questo metodo sarebbe la scusa giusta. Mi drogo,mi ubriaco,mi inietto l ira di dio,mangio e bevo qualsiasi cosa rotoli, tanto poi, con il dna prelevato alla nascita mi ristampano come un new file.

Dicono che cosi’ le malattie genetiche saranno sconfitte e’ questo il motivo principale di queste ricerche.

Voi credete?

Le malattie sono un business appetitoso,intrigante. Per le case farmaceutiche e i dottori il malato ideale e’ quello che si ammala ,ma che non deve guarire ,tenuto in vita da farmaci e terapie il piu’ a lungo possibile. Non si spiegherebbero infatti i continui accanimenti, a volte anche violenti, della Scienza ,della Politica ,della Religione,contro le cosiddette cure alternative e fuori dai classici canoni della Scienza Medica riconosciuta,cure che a volte portano a risultati sorprendenti,liquidati con le parole miracolo,fatto inspiegabile,stregoneria,si si anche questo hanno detto.

Pensate davvero che il mondo si popoli di highlanders indistrittubili?  In mani sbagliate ,si.

Non vorrei mai riavere i miei genitori, i miei amici,i miei animali,che mi hanno lasciato,anche se tante volte l ho desiderato. Non vorrei  e non sarebbe giusto . Poco o tanto tempo passato assieme , con somma intensita’, senza sapere niente del futuro e con un fardello di sogni e speranze da condividere  e’ un esperienza unica ed impagabile.

Questo significherebbe eliminare i sogni e i sentimenti nella loro massima espressione.Sapremmo gia’ ,cosa e chi avremmo davanti, perche’ l’abbiamo modificato geneticamente all’origine. Una persona sempre piu’ con le caratteristiche a noi piu’ gradite e non a quelle proprie ed intrinsiche. Arriveranno anche a quello eliminare l amore,la violenza ,la psiche.

La fine delle emozioni.

No ,non fa per me , ma non ci badate, sono un sentimental-istintivo-sognatore e queste cose preordinate non fanno davvero per me. Mi manca molto chi mi ha lasciato ma dopo i primi terribili mesi di sofferenza,piano piano il ricordo diventa un sostegno, un aiuto, una promessa di cambiare in meglio, un augurio si di rivedersi, ma da pari a pari , in un altro mondo o chissadove con gli stessi stupidi difetti e stesse emozioni positive trascorse in vita.

Non si cambia o ricostruisce nessuno con un click al pc e una provetta ,chi lo pensa e’ davvero un egoista.

 

 

Read Full Post »

bocconi-avvelenati-esche

Purtroppo esistono e, maledetta la madre che li ha partoriti, dei soggetti criminali ,cerebrolesi, paranoici, che distribuiscono sul suolo intrugli mortali per cani e per tutti gli altri innocenti animali che hanno la disavventura di mangiarli.

Sono bocconi appetitosi ed irresistibili all esterno, ma dentro nascondono un morte lenta e dolorosa.

La legislazione attuale prevede sanzioni,pene etc,etc per questi soggetti sorpresi in flagrante, ma come abitudine dei nostri Fori , spesso e volentieri, tutti se la cavano con il solito patteggiamento,una pacca sulla spalla e non farlo piu’ se no la prossima volta… La prossima volta cosa??? Ma vi rendete conto che questo cerbero crudele ha ucciso quello che di piu’ caro una persona possiede?? Ci sono persone che per i propri quattrozampe donerebbero un rene per salvarli,me compreso,e quello se ne ritorna libero e beato a meditare altre infami e nascoste nefandezze.

Prego Iddio di non farmi mai incontrare  una persona(!!?) del genere.(O forse si)Niente di speciale ,gli strizzerei i testicoli per fargli aprire la bocca e ci infilerei i suoi polpettoni alla velocita’ della luce .Tutto qui ,semplice e senza appello:

OK.Vediamo ora cosa fare ,senza farsi prendere dal panico,se dovesse capitarci una triste situazione del genere
VELENI:COSA E’ UTILE SAPERE E COSA FARE
I VELENI USATI PER LA PREPARAZIONE DI ESCHE E BOCCONI SONO TANTI E QUASI TUTTI POTENZIALMENTE MORTALIE’ BENE RICORDARE CHE:
1) LA VELOCITA’ DI AZIONE DEI VELENI NON E’ UGUALE PER TUTTI I TIPI DI VELENO:CERTI TIPI DI VELENI HANNO UN EFFETTO PRESSOCHE’ IMMEDIATO ( ES. STRICNINA ) E QUANDO I SINTOMI COMINCIANO A MANIFESTARSI , SPESSO PURTROPPO E’ GIA’ TROPPO TARDI.
ALTRI TIPI DI VELENO ( ES. TOPICIDI RODENTICIDI ) HANNO ESORDIO LENTO E SUBDOLO, ANCHE 48-72 ORE DOPO L’INGESTIONE , CON SINTOMI VAGHI DI DEBOLEZZA , PERDITA DELL’APPETITO , ANEMIA , ECC.

2) LA GRAVITA’ DEI SINTOMI E’ DIPENDENTE DA:

– DOSE del VELENO cioè quantità di veleno assunto
– PESO e MOLE dell’animale che assume la dose del veleno
– TIPO di VELENO
– TEMPO TRASCORSO dal momento dell’ingestione del veleno

QUANDO PREOCCUPARSI?

PREOCCUPATEVI SUBITO SE NOTATE CHE IL VOSTRO CANE DURANTE UNA PASSEGGIATA SI FERMA A MANGIARE QUALCOSA CHE HA TROVATO IN MEZZO ALLA VEGETAZIONE O ALL’INTERNO DI SACCHETTI LASCIATI SUL TERRENO , SOPPRATTUTTO SE POI RAPIDAMENTE INIZIA A PERDERE L’EQUILIBRIO, AD AVERE DIFFICOLTA’ A SOSTENERSI SULLE ZAMPE, A PRESENTARE SALIVAZIONE INTENSA , A RESPIRARE AFFANNOSAMENTE , A MANIFESTARE TREMORI GENERALIZZATI O AD AVERE CONVULSIONI.

COSA FARE
CERCATE IMMEDIATAMENTE DI PROCURARGLI IL VOMITO, PERCHE’ FARGLI ESPELLERE IL BOCCONE AVVELENATO E’ L’UNICA MANIERA PER TENTARE DI SALVARLO.
COME FARE ?PER FAR VOMITARE IL CANE SOMMINISTRATEGLI PER VIA ORALE:
– ACQUA CON SALE FINE DISCIOLTO ( = soluzione salina soprasatura ) aggiungere quantità progressive di sale fine in un bicchiere d’acqua mescolando bene fino a che rimane sale non disciolto sul fondo del bicchiere ; far bere al cane fino a che non inizia ad avere sforzi di vomito
OPPURE

– ACQUA OSSIGENATA A 10 VOLUMI ( quella che si usa per la medicazione delle ferite ) far bere al cane nella dose di circa 1 ml di acqua ossigenata per ogni Kg. di PESO del CANE

VI CONVIENE AVERE SEMPRE CON VOI UNO DI QUESTI DUE EMETICI IN CASO DI SCAMPAGNATE, DAL MOMENTO CHE ORMAI LA MAGGIOR PARTE DELLE ZONE E’ A RISCHIO PER QUEL CHE RIGUARDA LA PRESENZA DI BOCCONI AVVELENATI.

PER FAR VOMITARE IL CANE:

ASPIRARE LA SOLUZIONE SALINA o L’ACQUA OSSIGENATA CON UNA SIRINGA da 5 ml o, meglio, da 10 ml, POI TOGLIERE L’AGO, SOLLEVARE IL LABBRO SUPERIORE DEL CANE DA UN LATO E APPOGGIARE IL BECCUCCIO DELLA SIRINGA APPENA DIETRO I DENTI CANINI, DOVE IN TUTTI I CANI E’ PRESENTE UNO SPAZIO LIBERO DA DENTI.
NON CERCARE DI TENER APERTA LA BOCCA A FORZA, MA TENERE IL MUSO APPENA SOLLEVATO VERSO L’ALTO E PREMERE LO STANTUFFO DELLA SIRINGA SPINGENDO POCO ALLA VOLTA NELLA BOCCA DEL CANE IL CONTENUTO DELLA SIRINGA STESSA.
SI EVITERA’ COSI’ IL RISCHIO CHE IL LIQUIDO VADA DI TRAVERSO E PROVOCHI POLMONITE AB INGESTIS.
NON TENTARE DI FAR VOMITARE IL CANE METTENDOGLI LE DITA IN GOLA: E’ UN SISTEMA NON SOLO POCO EFFICACE MA ANCHE RISCHIOSO PERCHE’ IL CANE POTREBBE MORDERCI INVOLONTARIAMENTE, SOPRATTUTTO SE HA GIA’ TREMORI E CONTRAZIONI
SI PUO’ EVENTUALMENTE RIPETERE LA SOMMINISTRAZIONE DOPO 10-15 MINUTI SE CON LA PRIMA DOSE NON SIAMO RIUSCITI A PROVOCARE IL VOMITO.
IN OGNI CASO POI SI DEVE PORTARE RAPIDAMENTE IL CANE DAL VETERINARIO, CHE APPRONTERA’ TUTTE LE TERAPIE NECESSARIE E SPECIFICHE IN RELAZIONE AL TIPO DI VELENO ASSUNTO.

NOTA:QUANTO RIPORTATO SI RIVOLGE IN PARTICOLAR MODO AI POSSESSORI DI CANI; QUESTI, INFATTI, SONO GLI ANIMALI D’AFFEZIONE PIU’ ESPOSTI AL RISCHIO AVVELENAMENTO.

Nota: in questa seconda parte si elencano alcuni dei più diffusi veleni con i quali i cani, in particolar modo, potrebbero venire in contatto.

ORGANOFOSFATI o ESTERI FOSFORICI

CARBAMATI
Sono generalmente usati in agricoltura o in zootecnia come insetticidi e antiparassitari; sono presenti anche nei collari antipulci.
Stato fisico: cristalli incolori o tendenti al bianco/giallastro; sono tossici per ingestione, ma possono esserlo anche per contatto attraverso la cute.
Antidoto: ATROPINA SOLFATO
I sintomi dell’intossicazione possono comparire dopo 30 minuti o più ore, a seconda della quantità del veleno assunto, si verificano: lacrimazione, nausea, vomito, coliche addominali, diarrea, broncospasmo, incontinenza urinaria, tremori e, nei casi più gravi, convulsioni, coma e morte per arresto cardiocircolatorio.
Far vomitare il prima possibile l’animale e rivolgersi subito al veterinario.

METALDEIDE
E’ il principale componente dei veleni usati in agricoltura e giardinaggio.
Stato fisico: esca di colore azzurro-blu o verde; è tossica per ingestione.
NON ESISTONO ANTIDOTI SPECIFICI
I sintomi si verificano solitamente dopo 1-3 ore dall’ingestione; si verificano: agitazione, stato nervoso, spasmi muscolari, tremori, tachicardia, vomito dal caratteristico odore di formaldeide, diarrea verdastra, ipertermia (42-43 °C), nei casi più gravi conculsioni, coma e morte per insufficienza respiratoria.
Far vomitare l’animale il prima possibile e rivolgersi subito al veterinario per le terapie del caso.

STRICNINA

E’ un pesticida molto usato in passato, tuttora diffuso in alcune regioni d’Italia per la preparazione di esche.
Stato fisico: polvere biancastra di sapore amaro, è tossica per ingestione e viene assorbita molto rapidamente dal tratto gastroenterico.
NON ESISTONO ANTIDOTI SPECIFICI
I sintomi appaiono entro 10-30 minuti dall’ingestione; l’intervallo di tempo tra i sintomi e la morte varia tra 1 minuto e 3 ore, si verificano: irrigidimento dei muscoli del collo e della testa, labbra retratte, contrazioni generalizzate, eccessi convulsivi da ipereccitabilità a qualunque rumore o stimolo tattile e visivo, ipertermia; la morte avviene per arresto respiratorio, la coscienza rimane lucida..
Far vomitare SUBITO l’animale se è stata appena ingoiata l’esca avvelenata; se i sintomi sono già iniziati non ha senso tentare di svuotare lo stomaco; rivolgersi al veterinario per le terapie del caso.

TALLIO – ARSENICO

Trattasi di sostanze velenose presenti nei veleni per topi, scarafaggi, formiche; il loro uso è meno comune rispetto ai veleni già trattati.

Mi raccomando segnalate,segnalate e condividete eventuali notizie sui Social in rete. Chiudiamo il cerchio attorno a queste schifose persone.

Read Full Post »

Un augurio specialissimo per tutti voi amanti della natura e dei suoi abitanti.Un video racconto di un incontro con una strana comunita’:Aironi Cenerini e Cormorani.Bellissimi e maestosi volatili,solo e ripeto SOLO, da ammirare e un po’da invidiare mentre si librano liberi in questi cieli invernali.Grazie per leggermi ogni tanto e tantissimi auguri ancora di salute,serenita’ e amicizia,quella vera ed unicamente rara.

Read Full Post »

_TOM5135-1_1

Isabel in punta su Bea

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: