Feeds:
Articoli
Commenti

Chi ha portato quelle rose?

oggi saltano fuori dal cassettone. questo è un altro pezzo vecchio di anni, un po’ ancora grezzo ma va bene lasciamolo li.son felice di averlo ritrovato perchè mi piace 

CHI HA PORTATO QUELLE ROSE?

Non c è tanto da dire,la stanzetta è molto accogliente .

C è una bellissima tovaglia ricamata sul tavolino,un vaso con tre rose rosse che si incanta alla finestra e un letto dall apparenza morbidoso.

“Chi ha portato quelle rose? “

Claudia ripete quella frase da un buon dieci minuti, giusto il tempo che sono entrato.Si è seduta lì ,accanto alla finestra e volge lo sguardo sia al vaso che alla finestra.

Non sono bene di quel felice ,sento molto questa domanda.Non sono in grado di farlo capire a Claudia ,ma io lo so chi le ha portate.

“Chi ha portato quelle rose…mio figlio?”

Questo particolare in più mette i brividi .Il tempo di pensare e subito un altra onda che spazza le rocce:

“Lo conosce? “
“Si Signora mi sembra di averlo visto una volta, io vengo sempre qui a trovar mia madre”

“Come si chiama ?”

“Chi” rispondo un po’ perplesso.

“Sua Madre….sua Madre…”adesso il tono è meno intenso, Mi racchiudo un po’ a riccio.

“Claudia si chiama…Claudia”

“Bel nome , ho sempre sperato che mio Padre mi chiamasse così”

Claudia rivolge lo sguardo alla finestra, seguo il lento incedere di boccoli ormai spenti.

“Lei che viene tutti i giorni a trovar sua Madre, può dire a mio figlio se lo può fare anche lui?…sarebbe bello,sa.”

Entra un infermiera dagli occhi di un azzurro limpido,un po’ di stanchezza di ore addosso a inseguire storie ad ogni stanza.Con un cenno mi fa capire che la visita è conclusa.

Mi avvicino a Claudia , la mia mano struscia lenta i suoi capelli.Si gira verso me e vedo quegli occhi che conosco .

Ora, c è proprio quel qualcosa che chiamano “groppo in gola”.Un po’ a fatica mi avvicino al suo orecchio e le sussurro:

“ Sarà fatto Signora, appena lo vedo riferisco tutto, e se non potrà venire tutti i giorni ,lo farò io al suo posto……Mamma”

È davvero una brutta malattia quella , ti impedisce anche di riconoscere la parola più bella al mondo :Mamma.

Cammino lentamente verso la porta con l odierno fardello di tristezza nel cuore.

“Signore..signore”Quella voce mi fa volgere con gioia immensa ,un entusiasmo sale irto.Lei allunga l indice verso il tavolo

“Chi ha portato quelle rose?”

Considerazioni su un momento

Ci sono stati sempre periodi bui nella storia. Periodi dove era dannatamente pericoloso solo affacciarsi all’ uscio :

La peste , il colera ,il tifo, la Spagnola, l Ebola e quant altro .

Sfortunatamente non c erano sistemi di protezione come gli attuali , lì avessero avuti tutti ,ne avrebbero beneficiato a piene mani senza nemmeno scrivere una riga sulla cosiddetta privazione della libertà personale.

Siccome la tecnologia e la conoscenza medica erano scarse si dovettero aspettare anni ed anni prima di risolvere il problema. Oggi sembra che non si può aspettare nemmeno un inverno di sacrifici. Sembra che tenere una mascherina per qualche mese sia peggio di un calcio nei coglioni.Il vaccino arriverà è tutto finirà e finiranno anche , meno male, tutti quei fiumi di parole abbastanza inutili , media compresi.

Tutte le infezioni virali del passato sono alle spalle e anche questa lo sarà, purtroppo non in paesi maledettamente poveri , perché lì a quasi nessuno interessa risolvere il problema, i fatti son lì da vedere non solo per il C 19.

Quello che L uomo sta attivando nei confronto del mondo tutto, natura, animali, nucleare ed esperimenti vari senza senso , porterà ad altri potenziali pericoli, non c è più niente da escludere.

Meglio essere positivi mentalmente sempre ,è l’ unico modo di affrontarli veramente, la vera privazione della libertà é essere negativi a prescindere, non il fatto di indossare una protezione e star chiusi per un po’. Non voglio nemmeno immaginare un incidente nucleare globale ,per esempio , non voglio nemmeno immagine di stare in un rifugio per mesi o girare come un palombaro, ne avrebbero da scrivere questi qui che si lamentano di una mascherina , o che si perde tutto , di economico intendo e io so molto bene cosa vuol dire,magari passerebbe la voglia pure a loro.

Davvero preferiscono rischiare la morte anziché perdere quattro soldi? La vita è la prima cosa in assoluto: Sempre. Proteggerla a tutti i costi e fastidi , un obbligo.

crows

Crows

Una meravigliosa fortuna improvvisa. un video stupendo.

Stamane alle Alba stavo riprendendo il Faro e la sua luce. Improvvisamente mi è apparso nel mirino uno stormo di Corvi. Personalmente li adoro, trovo siano di una eleganza ed intelligenza fuori dal comune tra gli Uccelli.

Huginn e Muninn sono due corvi presenti nella mitologia norrena, associati al dio Odino. Huginn e Muninn viaggiano per il mondo portando notizie e informazioni al loro padrone. Odino li fa uscire all’alba per raccogliere informazioni e ritornano alla sera, siedono sulle spalle del dio e gli sussurrano le notizie nelle orecchie. È da questi corvi che deriva il kenning dio-corvo che rappresenta Odino.

«Huginn e Muninn volano ogni giorno alti intorno alla terra.Io ho timore per Hugin che non ritorni; ma ho ancora più timore per Muninn.”

lockdown fai da te …meglio

Mi vengono in mente gli untori del Manzoni , gente che si aggirava e godeva nell infettare gli altri .

Purtroppo non succede solo li ma anche al Nord , con il dispiacere di alcuni. Ormai le cose sfuggono o si di lasciano sfuggire,alimentate dai predicatori politici che per tutta L estate e ancora recentemente, hanno remato contro . Credono che con loro a palazzo le cose sarebbero diverse , qui non è questione di destra o sinistra , di dittatura o che , il COVID è molto più democratico e unisce tutti assieme nel suo cammino.

Ritengo che ormai il lockdown bisogna farlo fai da te e stare tappati in proprio , quelli veri da tracciare e tantomeno da frequentare sono queste persone in piazza ,soprattutto star lontano dalle loro attività commerciali. Saranno curati anche loro , magari prendendo il posto di semplici persone che non c’entrano assolutamente niente con politica e tutto questo. Giusto il diritto alle cure anche per loro, ci mancherebbe , anche se in questo caso qualcosa di pesante avvinghierà la loro coscienza e a tempo debito devasterà il loro cammino , in modo diretto oppure indiretto. Seminare dolore e male non può portare del bene.

Personalmente mi metterò in auto lockdown fino a tempi migliori, voglio evitare tutte le potenziali possibilità e mantenere la mia coscienza in ordine . Potrà succedere anche a me di incontrare il mostro , ma almeno cercherò di affrontarlo con limpida serenità mentale e combatterlo con più forza, senza nessun senso di colpa.

Auguri di cuore a tutti è un brutto momento , peggio di prima perché la gente sa ormai cos è questo mostro e pensa di sfidarlo senza armi adeguate nel nome della “libertà sociale “ ma che libertà è se si rischia di farsi accarezzare da quella nera signora con la falce?. Una guerra persa in partenza.Da oggi leverò dal mio profilo persone che continuano a mettere post ironici ,stupide vignette e quant altro su questa pandemia affibbiando colpi a dx o sx .non hanno capito ancora un cazzo e non voglio vedere/leggere anche il più piccolo accenno senza senso.ripigliatevi per non farvi pigliare a vostra volta.commenti idioti saranno rimossi assieme al loro mittente

ciao bimbo(ritorno a scuola)


domani si ritorna sui banchi . sarà un po’ strano questa volta.ci saranno un sacco di cose da fare e da ascoltare, non ti arrabbiare lo fanno per il tuo bene.finalmente si riapriranno libri, quaderni e tavole di disegno.Tu non badare al casino ,lascia correre la tua innocemza e semplicitá.Leggi,leggi e disegna , lascia che siano la tua fantasia e sogni a sconfiggere quella strana malinconia e preoccupazione che circonda i Grandi.Lascia che capiscano ,dal tuo sorriso felice ,che non bisogna mostrare troppa preoccupazione alla nuova vita che avanza e che i sorrisi si devono accendere non spegnere.non ce n’è bisogno.
(un abbraccio/messaggio per tutti i vostri bimbi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: