Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 22 ottobre 2011

L’Italia, insieme all’Austria e al Lussemburgo, ”avra’ difficolta”’ a rispettare gli obiettivi di riduzione di Co2 fissati dal protocollo di Kyoto per il periodo 2008-2012. E’ quanto emerge da un rapporto della Commissione Ue sul rispetto della tabella di marcia.
La commissaria Ue al clima, Connie Hedergaard, ha rilevato che il mancato rispetto degli obiettivi da parte di questi tre paesi non mette a rischio il target europeo, che ”sara’ probabilmente superato”.

Alla fine del 2010, l’Ue-15 e’ sulla buona strada per centrare gli obiettivi di Kyoto, segnando complessivamente un taglio delle emissioni dal 1990 del 15,5%. Tre i paesi che non sono in regola: Italia, Austria e Lussemburgo, dice il rapporto dell’Agenzia europea per l’ ambiente.

Secondo l’Agenzia, questi tre paesi devono fare piu’ sforzi per assicurare il risultato dell’Ue-15, tramite un’ ulteriore riduzione delle emissioni oppure facendo maggiore uso dei meccanismi flessibili del protocollo, che ad esempio consentono di acquisire crediti con progetti nei paesi in via di sviluppo.

In ogni caso, secondo l’agenzia europea ”qualsiasi opzione questi paesi decidano di adottare, sara’ necessario un budget adeguato per assicurare il rispetto degli impegni”.

I dati del rapporto sono ancora ”preliminari”, hanno spiegato i servizi Clima della Commissione Ue. Quelli definitivi arriveranno nel maggio del 2012. Solo allora Bruxelles valutera’ quali misure aggiuntive chiedere a questi tre paesi. Il non rispetto dei target nazionali prevede l’avvio di una procedura di infrazione, cioe’ di un meccanismo disciplinare che potrebbe condurre davanti alla Corte di giustizia della Ue e al rischio di multe.

Read Full Post »

Ci stiamo trasformando.

La gente si sta rinchiudendo sempre piu’ in se stessa e nei propri interessi.

Parole come amore,solidarietà,donare, sono elargite a telecomando da qualche bellinbusto in cerca di pubblicità mediatica, quando dovrebbero essere parole avvolte dal silenzio della propria anima, in quanto arrichiscono il proprio IO in modo sconsiderato

Parole che dovrebbero causare effetti spontanei e slanci istintivi come il gettito di una sorgente montana.

Donare,già, donare…questa è una parola in via di estinzione a quanto pare.

Perchè mai dovrei donare? 

Perchè dovrei farlo senza interesse?

riporto un flash ANSA per spiegare un motivo estremamente valido 

In Italia, uno dei paesi europei con il maggior numero di trapianti ogni anno, nel 2010 sono morte 511 persone che erano in attesa di un organo: e’ quanto emerge dal rapporto annuale mondiale sui trapianti presentato oggi a Strasburgo. In particolare, 159 persone attendevano un rene, 195 erano in lista d’attesa per un fegato, 98 avevano bisogno di un cuore e 59 erano in attesa di un trapianto di polmoni

Io lo farei senza esitazioni

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: